13/08/2020

I centri di lavoro SBZ 628 e SBZ 151 Edition 90 in funzione presso la JOSEF MEYER Stahl und Metall AG

Dalla catena di montaggio all'utilizzo della macchina

 

L'acquisto di una macchina è spesso un investimento di enorme importanza per le medie imprese. Dopo tutto, la competitività dipende dall’adozione di nuove soluzioni che portino maggiore efficienza e contribuiscano a ridurre i costi. Oltre al campo di applicazione e al calcolo, spesso finisce per essere determinante ai fini dell’acquisto la fiducia nel produttore. È il caso della storica azienda svizzera JOSEF MEYER Stahl und Metall AG, che utilizza i centri di lavoro elumatec SBZ 628 XXL e SBZ 151 Edition 90 per lavorare profili in alluminio.

 

Con questa accoppiata nella sua fabbrica, la JOSEF MEYER Stahl und Metall AG riesce a realizzare un valore di produzione compreso tra i 20 e i 30 milioni di franchi svizzeri all'anno nel settore della costruzione di facciate. L’azienda di Emmen, vicino a Lucerna, impiega 120 persone, una metà delle quali circa lavora alla costruzione di facciate e l’altra metà alle costruzioni in acciaio. La gamma di prodotti va da singole porte e finestre, alle facciate a elementi e Closed Cavity, fino ai grandi progetti come l’immobile della nuova sede principale della Zürich Versicherung.

 

Nuova sede principale della Zürich Versicherung - Un edificio straordinario, anche grazie alla facciata a prismi realizzata dall’azienda di Emmen.

Diritti sull’immagine: JOSEF MEYER Stahl und Metall AG

 

                               

        

 

Facciata a prismi - un look raffinato per la sede principale della Zürich Versicherung.

Diritti sull’immagine: JOSEF MEYER Stahl und Metall AG

 

La produzione fa parte di un pacchetto di servizi incentrati sulle facciate e sulle costruzioni in acciaio. Si parte dalla progettazione per passare poi al montaggio fino alla manutenzione e l’azienda riceve commesse da tutta la Svizzera. Nel settore delle costruzioni in acciaio, prodotti come le colonne ancorate realizzate a Emmen si trovano già anche negli Stati Uniti, in Norvegia e in Germania.

 

Le origini dell'azienda a conduzione familiare risalgono al 1888, anno in cui Josef Meyer-Ambühl fondò a Lucerna la sua officina metallurgica per l’edilizia. Dal 2010 è entrata in azione la quinta generazione, quattro dipendenti hanno rilevato l'azienda in un management buyout. Uno dei comproprietari è Lukas Baumann, il responsabile della divisione Costruzione di facciate. “La collaborazione e la fiducia sono la chiave del nostro successo”, dichiara. Un principio che vale sia per i dipendenti che per i fornitori e i clienti. Il referente di Baumann presso elumatec è Mark Hess, che dirige il team elumatec Svizzera, costituito da cinque persone: “La nostra collaborazione è esemplare” Lukas Baumann concorda: “Siamo felici di aver scelto elumatec.” Il motivo è che l’ottimo funzionamento della comunicazione. E naturalmente sono soddisfatti delle prestazioni delle macchine elumatec.

 

Edificio di referenza a Spreitenbach - facciata in vetro dell’immobile dell’azienda Zweifel Pomy-Chips AG.

Diritti sull’immagine: JOSEF MEYER Stahl und Metall AG

 

Siamo partiti dalla consulenza

Quando Lukas Baumann e Mark Hess si sono incontrati nel 2015, non si parlava ancora di parco macchine. All'epoca la JOSEF MEYER Stahl und Metall AG si occupava di progettare attrezzature per l'officina e una linea di montaggio che offrissero la massima flessibilità possibile. Un requisito essenziale, considerata la vasta gamma di prodotti offerti. Mark Hess è entrato in azienda come consulente e insieme a Lukas Baumann si è concentrato su un approccio di insieme. “La lavorazione dei profili è solo il primo passo”, dice Baumann, “Poi viene l'assemblaggio degli elementi ed è qui che otteniamo l'80% della nostra catena di valore interna.”

 

Baumann e Hess sono concordi: Non tutte le aziende riconoscono quanto sia importante la qualità della lavorazione di profili per le fasi di lavoro successive e per l’intero processo. “Con le macchine di elumatec aumentiamo il potenziale”, dice Lukas Baumann. Lo si vede, ad esempio, nei pali e nelle traverse: ogni foro fresato dalla macchina risparmia al dipendente la necessità di usare il trapano. Questo rende il montaggio molto più veloce.

 

SBZ 628 e SBZ 151 Edition 90: flessibilità e programmazione identica

Nel 2016 sono state messe in funzione due linee di montaggio. È stato solo un anno dopo che Lukas Baumann ha iniziato a cercare nuove macchine: “La domanda era, di quale macchina abbiamo bisogno prima di tutto? 

O magari ne basta una?” Lukas Baumann e Mark Hess si sono occupati di questa e di molte altre questioni fino a giungere a una decisione: è stato acquistato il centro di lavoro SBZ 628, perché c’erano già ordini eseguibili all’interno della sua gamma di prestazioni. Sei mesi dopo è stato aggiunto il centro di lavoro SBZ 151 Edition 90. Oggi Lukas Baumann dichiara: “È stata la decisione giusta.”

 

Jasmin Sabanovic davanti all'SBZ 151 Edition 90 - flessibilità estrema, brevi tempi di riequipaggiamento.

Diritti sull’immagine: elumatec AG, Mühlacker

 

Il responsabile di divisione elogia la potenza e la velocità dell'SBZ 628: “È molto adatto a profili di forma stabile come porte e finestre e anche a serie più grandi.” L'SBZ 151 Edition 90 si contraddistingue per la sua estrema flessibilità e i brevi tempi di riequipaggiamento. Inoltre, secondo Baumann, è perfetto per profili di grandi dimensioni. Le due macchine sono molto sfruttate, l'SBZ 151 resta di fatto in funzione ininterrottamente. Accoppiate, le due macchine elumatec sono ancora più forti. “Se il profilo è adatto all'SBZ 628, il processo naturalmente è molto più veloce. Se il profilo è più grande, si ricorre all'SBZ 151”, spiega Lukas Baumann.

 

Mark Hess aggiunge che la programmazione delle macchine è assolutamente identica: “Un vantaggio importante rispetto alla concorrenza.” Lukas Baumann concorda: “Questo semplifica notevolmente le operazioni.” Si sfrutta già anche l'analisi automatizzata del processo con eluCloud. Baumann utilizza il software per velocizzare la lavorazione tramite apposite regolazioni. Inoltre, è possibile controllare quale mandrino viene utilizzato più frequentemente. Ruotando le frese, si riesce poi a caricare i mandrini in modo più uniforme. In questo modo si aumenta la durata di vita utile della macchina e si abbattono i costi.

 

Fino al 20% di incremento nella velocità di elaborazione delle commesse

Stando ai calcoli di Lukas Baumann, la produttività relativa alle commesse di finestre è aumentata del 10-15% nella sola lavorazione dei profili: “Su questo punto il contributo del centro di lavoro SBZ 628 è enorme.” Nel complesso, anche se è difficile misurare il guadagno in termini di efficienza lungo le linee di montaggio, “si può dire che se la dimensione dell'elemento è giusta e l'ordine è adatto a quella linea, otteniamo fino al 20% di velocità in più.”

 

Il centro di lavoro SBZ 628 nello stabilimento produttivo:

un “contributo enorme” a una maggiore efficienza.

Diritti sull’immagine: elumatec AG, Mühlacker

Un elogio alle prestazioni e alla velocità - il direttore della produzione Slavko Mijac (a sinistra) e Lukas Baumann davanti all'SBZ 628.
Diritti sull’immagine: elumatec AG, Mühlacker

 

A ciò si aggiunge il fatto che i tempi fermi nella produzione sono rari. Se ci sono domande o problemi, di solito vengono affrontati “con estrema rapidità”, dice Lukas Baumann, telefonicamente, tramite manutenzione remota o e-mail. Rispetto alla concorrenza, elumatec è molto più veloce anche nella sede di Emmen, aggiunge: “Gli svizzeri e gli svevi marciano a ritmi simili”, dice Baumann.

 

Il primo requisito per il successo, che è anche il più importante, è che le macchine funzionino. A medio e lungo termine, anche la buona collaborazione dà i suoi frutti. Il feedback dell'azienda viene preso davvero in considerazione in elumatec, che implementa ad esempio nuove funzioni. Queste, a loro volta, diventano vantaggiose anche per altri clienti di elumatec.

 

In conclusione, si può quindi dire che: un rapporto improntato alla fiducia è vantaggioso per entrambe le parti e apre prospettive per il futuro. Il responsabile della produzione della JOSEF MEYER Stahl und Metall AG si è sicuramente impegnato al massimo, racconta Lukas Baumann: non vuole mai fare a meno delle macchine elumatec: “Se non vede volare trucioli, il mio capo della produzione si irrita subito.”

 

 “Siamo felici di aver scelto elumatec.”

Lukas Baumann, responsabile della divisione Costruzione di facciate, JOSEF MEYER Stahl und Metall AG, Svizzera

 

 


Maggiori informazioni su JOSEF MEYER Stahl und Metall AG:

https://www.josefmeyer.ch/


 

ALTRE NOTIZIE