Notizie sull’azienda

19/07/2019

SIPRAL a.s.

UNIVERSI DI FACCIATE

Preziose e uniche: le facciate leggere del nostro cliente Sipral conferiscono agli edifici di tutta Europa un carattere del tutto particolare

 

"Ciascun progetto è unico, ciascun progetto è una sfida." Ispirandosi a questo motto, l'azienda ceca Sipral realizza progetti in tutta Europa dal 1991. Sipral è specializzata in facciate strutturate, costruzioni antincendio ed edifici speciali in vetro e alluminio. Ciò significa anche che in questa produzione le nostre macchine possono mettere in gioco al meglio tutti i loro punti di forza.

 

L'azienda Sipral è stata fondata nel 1991.

Diritti sull’immagine: Firma Sipral

 

La Sipral è stata fondata nel 1991 da Leopold Bareš a Praga. È lui che guida tuttora le sorti dell'azienda in veste di Amministratore delegato. Nel frattempo Sipral è diventata uno dei principali fornitori cechi di facciate in vetro e alluminio per edifici. L'azienda occupa 300 dipendenti, distribuiti nella sede centrale di Praga, negli stabilimenti di produzione e magazzino di Jirny, vicino a Praga, e a Londra. La maggior parte dei progetti di Sipral viene elaborata nella Repubblica Ceca e  nel Regno Unito. Il fatturato dell'azienda, che nel 1992 era stato pari a 0,5 milioni di euro, nel 2018 ha sfiorato i 65 milioni di euro. I tipici clienti sono appaltatori generali, investitori e architetti, la maggior parte dei quali proviene dall'edilizia e dal settore immobiliare.

 

Il parco macchine di Sipral comprende i seguenti prodotti di elumatec: SBZ 131 eluCam, SBZ 122/75 nonché le troncatrici bilama DG 244 e DG 142.

 

In funzione e affidabile: il centro di lavoro SBZ 131 nello stabilimento produttivo di Sipral.

Diritti sull’immagine: Firma Sipral

 

SBZ 122/75 – un vantaggio sulla concorrenza e una maggiore produttività

Il nuovo centro di lavoro SBZ 122/75 ha letteralmente conquistato i dipendenti della Sipral. Raggiunge infatti valori di velocità e di accelerazione finora mai visti in questo segmento di mercato. Un vantaggio che sfrutta anche Sipral: "Utilizzando questo macchinario prevediamo di aumentare la produttività del 20% e di ridurre i fermi macchina imprevisti", dichiara Leopold Bareš.

 

Per aumentare la propria efficienza, Sipral utilizza al momento due SBZ 122/75, e riesce così a lavorare i profili in alluminio in modo rapido e funzionale. Il centro di lavoro SBZ 122/75 offre inoltre un vantaggio determinante: l’accoppiamento dei circuiti intermedi delle trasmissioni degli assi rende il vincitore del German Design Award 2018 particolarmente efficiente dal punto di vista energetico.

 

Sipral è rimasta altrettanto soddisfatta dell'assistenza tecnica e commerciale fornita da elumatec. Il supporto parte dalla consulenza in fase di scelta delle nuove macchine e arriva ai corsi di addestramento per i nuovi dipendenti che devono lavorare con le macchine elumatec. "I problemi con le macchine sono davvero casi isolati. Se poi succede di riscontrarne, riceviamo sempre un'assistenza particolare, che tiene conto delle nostre esigenze specifiche", dice Bareš. L'Amministratore delegato è inoltre pienamente convinto della lunga durata dei prodotti di elumatec: le macchine, che in alcuni casi abbiamo da più di dieci anni, continuano a lavorare con la stessa affidabilità.

 

Uniche, intelligenti... e semplicemente belle

Sipral si è creata una sua reputazione nel settore per il suo approccio personalizzato e creativo a ciascun progetto. L'obiettivo: progettare nuove facciate che soddisfino le esigenze estetiche dei clienti e al tempo stesso lo standard della tecnologia. I singoli sistemi vengono sottoposti a prove molto approfondite di statica, termica ed acustica in centri di test indipendenti. "Cerchiamo di riflettere i valori dei nostri clienti in forma di facciate intelligenti, tecnicamente originali e belle da vedere. Il design inoltre deve durare nel tempo e naturalmente essere affidabile", sostiene Bareš.

 

AFI Vokovice di Praga.

Diritti sull’immagine: Firma Sipral

 

Tra i tanti progetti in cui tutto ciò è stato felicemente realizzato citiamo il complesso di edifici AFI Vokovice di Praga, la nuova costruzione "The Diamond" all'università di Sheffield e la Paris La Défense Arena, lo stadio di casa del club di rugby Racing 92. L'edificio multifunzionale è capace di accogliere fino a 40.000 visitatori e sarà una delle sedi di gioco dei Giochi olimpici di Parigi del 2024. Di Sipral è la doppia facciata dello stadio, che si erge dal primo al quarto piano. Una parte dell'involucro è composta da lamelle di metallo termoisolanti.

 

    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo spettacolare involucro esterno della Paris La Défense Arena è uno dei numerosi progetti realizzato in Europa dal nostro cliente Sipral.

 
Diritti sull’immagine: Firma Sipral  

 

La parte esterna, che si trova prima della lamiera di metallo di rivestimento, è composta da tre varianti di guscio: interamente in vetro, in vetro e pannelli compositi o solo in pannelli compositi. Sotto il guscio Sipral ha installato inoltre delle canaline con un rivestimento decorativo in pannelli compositi.

 

"The Diamond" all'università di Sheffield

Diritti sull’immagine: Firma Sipral

 

"L'unicità e la creatività stanno al centro del nostro lavoro."

 

Un impianto di incenerimento con particolari extra

Per ammirare un altro progetto esemplare di Sipral, si può andare a Copenaghen. L'impianto Amager Bakke, inaugurato nel 2017, è uno dei termovalorizzatori più moderni ed ecologici della Danimarca. Qui ogni anno si trattano 400.000 tonnellate di rifiuti.

 

Amager Bakke, Copenaghen

Diritti sull’immagine: Firna Sipral

 

Ma non è tutto, perché l'edificio è stato costruito a forma di collina. Sul tetto, ad esempio, i visitatori possono sciare. Per il progetto Amager Bakke, Sipral ha adottato fin dalle prime fasi una soluzione di facciata tecnicamente diversa da quella che in realtà era stata prevista. La nuova soluzione ha ridotto il peso della costruzione, semplificando il trasporto e la produzione. La facciata scelta ha inoltre permesso di abbattere drasticamente i costi. Sipral si è aggiudicata l'appalto pubblico e ha potuto quindi progettare e produrre il complesso involucro esterno dell'edificio nonché una parte interna con una vetrata speciale, che separa l'impianto dagli uffici amministrativi. Le due facciate hanno dovuto superare numerosi test di permeabilità all'aria, impermeabilità all'acqua ed esposizione al vento. La parte visibile della facciata è stata coperta da circa 3.250 pannelli e cassette in alluminio naturale che conferiscono all'impianto il suo splendido look. 
Nel realizzare la parete vetrata interna si è data importanza soprattutto alle proprietà antincendio e acustiche, per garantire ai dipendenti sicurezza e tranquillità anche quando l'impianto è in funzione.

 

Una vista unica sul Tamigi

Per ammirare il progetto più recente di Sipral ci trasferiamo nella capitale britannica. Il Wardian London comprende due grattacieli, che raggiungeranno l'altezza rispettivamente di 170 m e 183 m. Stando al progetto, nel 2020 saranno quindi tra gli edifici più alti della Gran Bretagna. All'interno saranno realizzati 792 appartamenti di lusso e una Sky Lounge, da dove si godrà di una straordinaria vista su Londra. Sipral fornisce costruzioni in alluminio lunghe tre metri per i balconi, completamente a vetrate. Da Sipral provengono inoltre gli angolari in acciaio e altri elementi dell'involucro dell'edificio come i balconi e le porte scorrevoli nonché le vetrate angolari e le finestre. Le finestre si estendono dal soffitto al pavimento e provvedono a far entrare luce naturale all'interno dell'edificio. Sommando le sole superfici vetrate, si arriva a un'area totale di 14.550 m², l'intera facciata dei due grattacieli è di 40.000 m². Le parti non trasparenti della facciata, come i controsoffitti dei balconi, vengono dotati di un rivestimento in alluminio. Il montaggio avviene senza gru, dall'interno dell'edificio.

 

    

Wardian London
Diritti sull’immagine: Firma Sipral

 

Per i suoi numerosi progetti Sipral ha ottenuto dieci importanti premi europei. Recentemente l'azienda ceca è stata insignita dello European Steel Design Award 2017 per il termovalorizzatore Amager Bakke. Siamo fieri di essere parte della storia del successo di Sipral, felici di collaborare con loro da più di 20 anni... e di continuare a farlo per i prossimi progetti.

 

"La collaborazione con elumatec

si fonda su standard elevati che ci permettono

di creare design unici per i nostri clienti,

personalizzati sulle loro richieste."

Leopold Bareš, Amministratore delegato, Sipral

 

 

Per saperne di più sull’azienda Sipral:
www.sipral.com


 

ALTRE NOTIZIE